IL PRESIDENTE DOLCETTO: "I RISULTATI NON TARDERANNO AD ARRIVARE"

12 Dic 2023

Prima della pausa natalizia, il Borsari Rugby Badia ha un ultimo importante appuntamento. Si tratta della partita programmata domenica 17 dicembre alle 14.30 in trasferta contro il Patavium Rugby Union valida per la nona giornata di Campionato di Serie A. Con quest’ultima partita dell’anno, si chiuderà un inizio di stagione partito positivamente, ma continuato poi con diverse sconfitte per i polesani. A parlarne il presidente del Borsari Badia, Massimiliano Dolcetto.

La stagione è iniziata molto bene, poi però la squadra ha iniziato ad avere qualche difficoltà, perché?

“In effetti la stagione è iniziata bene, soprattutto la partita con Viadana in casa, vista la vittoria, che ci ha dato l’illusione di poter fare un campionato un po’ diverso rispetto alle ultime 2 stagioni, dove abbiamo sempre lottato fino all’ultima giornata per la permanenza in Serie A. Le motivazioni non sono facili da individuare essendo partiti con la rosa completa e con lo staff molto organizzato. Occorre però dire che abbiamo la squadra più giovane del campionato, se possibile ancora più giovane dello scorso anno ed evidentemente è un prezzo da pagare all’inizio della stagione con tanti debuttanti provenienti dall’Under 18. Ovviamente questo non deve rappresentare un alibi e stiamo lavorando insieme, società e staff, per capire cosa possiamo fare meglio, siamo in piena sintonia”.

Ci sono diversi giovani, ma questo è anche un valore aggiunto per la squadra dal momento che molti sono project players e si allenano con Rovigo...

Certamente, ma non dobbiamo dimenticare che sono alla prima esperienza da seniores e c’è tanta differenza rispetto al campionato Under 18 attuale. Il nostro obiettivo, nel progetto condiviso con Rovigo, è di far maturare questi ragazzi che si stanno impegnando molto, per questo sono sicuro che i risultati non tarderanno ad arrivare. Abbiamo avuto anche diversi infortuni di ragazzi che avevano già maturato esperienze nella categoria, spesso concentrati negli stessi ruoli. Inoltre abbiamo perso alcuni leader della squadra come l’ex capitano Fabio Michelotto”.

L’obiettivo è sempre quello di restare positivi…

“Occorre stare sereni, continuare per la nostra strada e diventare ancora più squadra. Relativamente alle vittorie delle partite, mi dispiace soprattutto per tutti i ragazzi e lo staff perché questo vedrebbe aumentare sicuramente l’autostima del gruppo, ma sotto il profilo della crescita dei singoli giocatori, i risultati del lavoro con alcuni si stanno vedendo ed era il primo obiettivo del progetto. Domenica andremo a Padova per vincere la partita”.

Condividi post:

© Copyrights 2021 Colorser. All rights reserved.
Area Riservata