GRANDE PROVA DEL BORSARI CHE ESCE SCONFITTO 23 A 33 CONTRO VERONA

14 Jan 2024

Badia Polesine, Nuovi Impianti Sportivi, domenica 14 gennaio 2024 - ore 14.30

10° Giornata Campionato di Serie A maschile, Girone 2

Borsari Rugby Badia v Verona Rugby 23-33
(20-19)

Marcatori: p.t. 6' m. Cantini, tr. Gardinale (7-0), 10' m. Zorzetto (7-5), 15' m. Chinedozi, tr. Gardinale (14-5), 20' m. Balzi, tr. Ormson (14-12), 30' c.p. Gardinale (17-12), 33' m. Belloni, tr. Ormson (17-19), 35 c.p. Gardinale (20-19).

s.t. 42' c.p. Gardinale (23-19), 52' Belloni, tr. Ormson (23-26), 58' m. Redondi, tr. Ormson (23-33).


Borsari Rugby Badia: Gardinale; Badocchi, Barbacci, Zampolli (50' Masiero), Bordin; Cantini, Pedrini (72' Zulato); Munro, Chimera (72' Chimera), Milan (Cap.); Chinedozi, Bettarello (57'Marcadella); Scolaro (57' Magro), Bisan (68' Baccini), Berto (68' Colombo).
All: Joe Van Niekerk

Verona Rugby: Reale (51' Verter); Sardo, Belloni, Quintieri (71' Viel), Belloni; Ormson, Balzi (51' Fagioli); Tonetta, Bezzolato (41' Rossi), Zago; Chiarello (41'Redondi), Riedo; Chistolini (44' Galanti), Zorzetto (57' Bertucco), Schiavon (44' Pisani).
All: Aaron Good

Arb: Ludovico Grosso (Torino)
AA1: Mauro Carniello (Padova)
AA2: Enrico Dardani (Padova)

Cartellini: /

Calciatori: Gardinale 5/5
Ormson 4/5

Note: Giornata nuvolosa, campo in discrete condizioni, circa 200 spettatori, il capitano del Verona Rugby, Mattia Zago, ha raggiunto le 100 presenze con il club antracite, Un minuto di silenzio in ricordo di Mario Spotti, ex presidente del Comitato Emilia Romagna.

Punti conquistati in classifica: Borsari Rugby Badia 0; Verona Rugby 5

Player of the match: Keegan Munro e Peter Chiendozi (Borsari Rugby Badia)
NONOSTANTE LA BUONA PROVA DEL BORSARI, È VERONA A VINCERE 23 A 33.

Non basta la buona performance del Badia del primo tempo che purtroppo non ferma il Verona che vince 23 a 33.

Nella decima giornata di Campionato di Serie A il Borsari Rugby Badia ha ospitato gli antracite del Verona Rugby.
Dopo 5' di dominio biancazzurro è il Badia a segnare la prima meta grazie ad un intercetto di Cantini che da prima della metà campo è volato in meta, Gardinale trasforma, 7 a 0. Al 10' è il Verona ad andare in meta con il drive, a marcarla Zorzetto, Ormson non trasforma, 7 a 5. Al 15' è ancora il Borsari che va in meta grazie al drive che ha guadagnato terreno, per poi liberare la palla a Chinedozi, Gardinale è preciso, 14 a 5. Badia prende fallo in mischia ed è così che al 20', come prima, il Verona guadagna metri con il drive ed è Balzi a segnare la seconda meta, Ormson è preciso, 14 a 12. Al 30' è Badia che ha la possibilità di andare per i pali grazie a un fallo in ruck del Verona, Gardinale è preciso, 17 a 12. Al 33' il Verona ricicla bene la palla, guadagna metri ed è il rodigino Belloni a marcare la meta, Ormson trasforma, 17 a 19. Al 35' è ancora il Badia che ha la possibilità di andare per i pali, Gardinale non sbaglia, 20 a 19. Termina così il primo tempo.

Nella seconda frazione di gioco, al 42' Verona commette fallo, Gardinale è preciso, 23 a 19. Al 51' è ancora Mirko Belloni ad andare in meta, Ormson è preciso, 23 a 26. Al 58' è Verona ad andare in meta dopo aver passato la difesa biancazzurra, Ormson è preciso, 23 a 33. Gli ultimi 10' finali Badia ha provato diverse volte ad andare in meta senza però riuscirci.
Eletti men of the match le seconde linee del Borsari Rugby Badia, Peter Chinedozi e Keegan Munro.

"Sono molto soddisfatto dell'approccio che i ragazzi hanno avuto in questa partita - commenta Dolcetto -. Il fatto di averla giocata fino in fondo contro la prima in classifica, una squadra che oggi potrebbe giocare bene anche nel Campionato di Serie A Elite, è positivo. Veniamo da un momento in cui siamo in credito con la fortuna e per motivazioni diverse abbiamo perso 5 giocatori fra i titolari. Già in settimana però abbiamo visto che la squadra si sta amalgamando, è sempre più unita e sta assimilando i concetti impartiti dallo staff. Come già detto, quello vissuto è un passaggio obbligato e abbiamo avuto bisogno di un tempo fisiologico che va oltre all'apsetto tecnico. Noi andremo avanti ancora più determinati, se troveremo soluzioni rinforzeremo il gruppo affinché il finale di stagione ci faccia stare sereni. Mandiamo un abbraccio a Sean Farrell e a Federico Russo che per problemi familiari sono dovuti rientrare in patria".

Condividi post:

© Copyrights 2021 Colorser. All rights reserved.
Area Riservata